Intervista di Conchita al T-online.de…. il matrimonio per tutti

11700807_103654889980831_6128894263483777527_n

 

“Il matrimonio per tutti”: Che cosa direbbe Conchita Wurst ad Angela Merkel

Conchita Wurst dopo la sua Vittoria all’Eurovision Song Contest 2014, oltre ad esibirsi come cantante e modella è soprattutto un ambasciatore per la tolleranza e l’uguaglianza. L’anno scorso ha anche tenuto un un discorso al Parlamento europeo.

In un’intervista con t-online.de la drag queen parla del  “matrimonio per tutti”, il presunto litigio con Andreas Gabalier e un possibile ritorno all’Eurovision Song Contest.

t-online.de:Del “matrimonio per tutti” ne stanno parlando in moltii. Cosa ne pensi di questo dibattito?

Conchita Wurst: Era ora. Capisco comunque il perchè non si è affrontato per anni. E stata proprio l’apertura degli Stati Uniti alla cerimonia per la comunità LGBT. Questo è un passo estremamente importante nella giusta direzione. Ed ora c’è più pressione anche per gli altri paesi. In Austria e in Germania il dibattito si è intensificato. Penso che sia davvero un passo importante.

t-online.de Eppure molti conservatori rifiutano ancora  il cosiddetto matrimonio omosessuale .

C.W. : Tutto questo è semplicemente con conoscere, non c’è nulla da temere. In ultima analisi, è tutta una questione di amore e riguarda il 10% della popolazione e non capisco come sia possibile continuare a discutere quando si parla di una cosi grande comunità. Se ci è permesso sposarsi, non cambia nulla per il mondo eterosessuale.

t-online.de:  Hai mai incontrato Angela Merkel?

C.W.:No.

t-online.de: Ha dichiarato chiaramente il suo dissenso al matrimonio per tutti. Cosa vorresti dirle?

C.W.: .Vorrei dirvelo chiaramente: non importa quale posizione (lei) abbia, io ne ho una opposta. Se consideriamo dal punto di vista econonico che le coppie omosessuali non hanno possibilità di procreazione, allora cosa succede con le coppie etero che decidono di non avere figli? Vi dico che non cambierebbe niente. Tranne che ci sarebbero un mucchio di persone più felici.

t-online.de:Hai Visitato moltissimi luoghi. Dove hai trovato più tolleranza e dove c’è ancora molto da fare?

C.W.E ‘davvero molto difficile  marcare i confini. Stoccolma ha  l’immagine di essere molto aperta, libera e tollerante. Quindi probabilmentelo  è. Ma sono al 100% sicura che ci sono luoghi dove non si desidera vedermi.

t-online.de:Partiamo con  “Firestorm / Colours Of Your Love” presto un nuovo singolo . Check out per te soprattutto come cantante, o meglio, come un attivista?

C.W.Mi definisco  artista. Che cosa significa ttutto. Cantare è l’amore della mia vita. Mi piace moltissimo, ma anche  fare moda e  essere creativi. Ho il privilegio di poterlo fare .

t-online.de:Il’Album è uscito dopo un anno dalla vittoria del Eurovision Era quello il programma?

C.W.:Raramente programmo. Non appena l’album è finito è uscito, ma abbiamo tutti lavorato anche  all’Eurovision Song Contest di Vienna. Faccio le cose al 100%. SE un brano non si adatta  non verrà pubblicato.

t-online.de: Ultimamente ho letto che tra te e  Andreas Gabalier c’è stato un litigio . vero che ti ha negato anche la stretta di mano. E’ corretto??

Questa è una sciocchezza assoluta. Andrea e io abbiamo un rapporto molto gentile e cordiale. Naturalmente si può immaginare che io sia stata critica per delle sue dichiarazioni. Ma avendo avuto modo di conoscerlo, credo che siano state risposte in un momento particolare. Vorrei che riflettesse prima di rispondere, sono certa che poi si pente..

t-online.de:La  “Conchita Wurst” del 2011. è cambiato nel corso del tempo?

Sì, è in continua evoluzione. perchè io sono una persona che non vive tanto nella routine, voglio sviluppare me stessa, voglio imparare e voglio provare cose nuove. E se cambia la persona reale, cambia anche il personaggio di fantasia..

t-online.de:Quali cambiamenti ci sono stati?

C.W.Quando ho iniziato, ero più di una regina della commedia . In quel momento ho pensato che mi ero liberato da tutti i vincoli ed ero la persona che volevo essere. E mi sono costretta in un corsetto. Perché ho pensato che come una drag queen devi essere divertente e fare scherzi alle persone. Ma io non sono così non corrisponde alla mia natura.

t-online.de:E L’Eurovision è un capitolo che si è chiuso con il grande spettacolo di Vienna o possiamo pensare di rivederti ancora li?

C.W. mi sentirei profondamente offeso se  in qualche modo non mi fosse  permesso di continuare. Io sono un grande fan dell’Eurovision  lo sono sempre stato. E ora, naturalmente, un po ‘di più, come si può immaginare. ma non lo rifarò mai più.

t-online.de:Perché no?

C.W.:Ho vinto, cosa voglio di più?

t-online.de:Anche in questo caso vincere?

Poi vorrei avere un maggior numero di punti del 2014.questo sarebbe quello che vorrei e rimarrei delusa Questo è stato finora la più grande pietra miliare della mia carriera e quindi voglio ricordarmela così

.http://www.t-online.de/unterhaltung/musik/id_74841710/conchita-wurst-im-interview-es-wurde-zeit-fuer-die-ehe-fuer-alle-.html

09/06/15 – Conchita Wurst in Milan ♥ English translation of two italian articles (links below)

10425846_975688182463142_2360006309996756642_n

Yellow pointed-toe pumps, jeans and white blouse with long sleeves, Conchita (stage name of Tom Neuwirth) enters in the Royal Hall of the Milan Central Station to the applause of journalists, who welcome her as one welcomes a bride to church. The Austrian winner of the Eurovision Song Contest 2014 is here in Italy to present the book “Io, Conchita. La mia storia” released on May 15 by Mondadori Electa, and his debut album Conchita, published by Sony Music on 19th May. A very multicolored album, ranging from dance to dramatic ballads even passing through the swing. In just over a year Conchita Wurst became a symbol for millions of people, not only for the gay community who have long been fighting to see their rights recognized, but for all those who believe in tolerance, the freedom to be themselves and in the diversity’ as the value and opportunity of enrichment. But my album is not all that busy, also speaks of broken heartsconfesses during the press conference

1961870_800960376678821_5712099605637311371_oWhen did you realize that music would be your   future?                                                 At 7 years old, I played to be a singer and I dreamed of becoming one, I also wanted to be famous, because - believe me - being famous it’s fun. This attitude has stayed with me for a lifetime, I’ve always been very determined in pursuing my goals. I’m a singer and my dream is to win a Grammy. There is no excuse, when you have a goal you have to fight for it.                                          

And what you sang when you were 7?                                                      Shirley Bassey was my reference point. I didn’t know English, but there was Goldfinger in a compilation of my mother and I used to sing it all the time trying to imitate her. Let’s say that Shirley gave me lessons without knowing it (laughs).

One year after your victory in the Eurovision (with Rise Like A Phoe11392793_975695572462403_6539408018208738701_nnix, ed) you have finally released the disc. How did you choose the songs?
When I select the songs, I listen to the melody first, then I will reflect on the words.
To realized the album I used a selfish approach, I wanted to enjoy myself. Im so many things, so I speak not only of believing in yourself and how to make the planet a better place, but also when someone leaves us and breaks our hearts.

Are not you afraid that the clamour created around your character can run out and raise no more interest?
The most important thing for me is to be authentic.  I created this character and my truth that I bring on stage: it’s fun, I’m comfortable, I’m the person I always wanted to be. At the Eurovision there were several factors that have helped me: the song, the performance, certainly also the look, but also people who believed in me. The choice I made is to be happy in life, so I know that even if this were to end I would find equally the way to be.

In addition to the album it was also published a biography. How was born the need to tell your story in a book?                                              After my victory at the Eurovision, an editor asked me this proposal, but I was not the least bit interested…I’m 26 years old, it seems too early to write my memories. But then they asked me to think about it and I said to myself: If I have to do that then it must be the kind of book you would buy“. I like the ones with lots of pictures, in fact in this biography there are many. In four days I told my life to two ghostwriters and I got to go through it discovering things about me.

Will we see you on tour soon?                                                                I’m currently promoting the album and the book worldwide. Basically Im not Madonna, so I can’t expect an audience of thousands of spectators at my show, but I can sing during the promotion. I will go to Australia, Japan, United States and then I’ll do a few concerts: it won’t be a real Conchita Tour, but one day there will be.

What is the relationship between Tom and Conchita? What they learned from each other?
Conchita has learned from Tom to be more relaxed and proud of what she does, while Tom has learned from Conchita to work hard to succeed in life and be successful.

11391122_1084646664895944_6742405297562601384_nIn the afternoon, at the Mondadori Megastore in Piazza Duomo in Milan, Conchita met her fans for the signing. Many people, fans but also curious people, came for the meeting with the winner of the Eurovision Song Contest 2014. Many were surprised by the beauty of the Queen of Austria”, not only physical, very high they have told, but also by her education, modesty and kindness with fans. A true diva of another era!

Conchita took the opportunity to be in Milan to visit the Expo in the evening.

11109023_919364118126732_2187057178579653304_n 10290633_919369271459550_7457940642213340606_n

 

Italian sources of this article:

http://www.ogaeitaly.net/2015/06/conchita-milano-la-nuova-madonn-ina.html

CONCHITA è INNAMORATA DELLA SUA VITA

Bella intervista fatta alla nostra Diva da parte di Christian Ude per Kleine Zeitung
qui l’intervista originale in tedesco 

Conchita---Unstoppable_1431528884104526

Conchita è totalmente innamorata della sua vita.
Conchita non ha mai smesso di essere sulla bocca di tutti, neppure ora che si parla sell’uscita del suo album.

Il 15 maggio uscira il suo album di debutto. Più di 4 anni dopo la nascita di questo personaggio d’arte, Conchita Wurst e dopo un anno dal suo trionfo a Copenaghen.
Ho incontrato una Conchita Wurst rilassata, non si potrebbe dire dati i suoi impegni frenetici, ma sta vivendo il suo sogno ( forse l’espressione che ama di più)

CU: Ti svegli la mattina come Tom- o come Conchita. Sogni qualche volte come Conchita?
CW: Questa è una domanda divertente. Ieri sera in realta ho sognato delle parrucche quindi era un sogno di Conchita. Questo era chiaro, la maggior parte delle volte sono piccoli pensieri e non sono chiari affatto.

CU: Ti riesci ad immaginare come Conchita a 40 anni ancora in giro per il mondo per dei Tours?
CW Non lo so . Forse tra 20 anni non ci sarà più questa figura e sarò solamente Tom. Non ci ho pensato. Per ora sono follemente innamorata della mia vita.

In Australia sono stata subito riconosciuta in aeroporto, In molte città Europee posso girare come Tom senza che nessuno si volti.

CU: Esci di casa spesso come Tom e senza parucca, anche in aeroporto. Vieni riconosciuto li?
CW Si, anche se io volo con cappellino, occhiali da sole e delle volte un paradenti. In Australia mi hanno riconosciuto subito, in molte città Europee posso girare senza che nessuno si volti.

CU: Un altro obbiettivo dopo l’ Eurovision Song Contest e l’American Music Awards, il Grammy. CHe non sarà possibile da ottenere con il tuo primo album?
CW: Questo è chiaro, sarebbe anche presuntuoso pensarlo. Quello è qualcosa di così grande. Ma non si ha una sola possibilità questo è il mio motto. Ho fatto alcune scelte egoistiche ma volevo divertirmi e così è stato.

CU: Ti fa male che si dice che non ti vedono come una cantante, ma come un politico. e dicono che l’album è per un pubblico momentaneo?
CW: Non tutti sanno come si svilupperà l’album alla sua pubblicazione. Rispetto tutte le opinioni.
Io passerò il resto dell’anno a promuovere l’album e il libro.

CU: Quale stata la cosa più stupida che hai letto su di te?
CW Sono due le storie davvero stupide. La prima che dopo la vittoria avrei fatto il dito medio nel corridoio rivolto alla vittoria.
la seconda che ero incinta, mi ha davvero sorpreso.
CU: Quali sono i tuoi progetti per questo 2015 dopo il Song Contest, dove parteciperai a tutte e tre le serate come cantante ed intervistatore dei cantanti.
CW: Il resto dell’anno lo passerò promuovendo il disco e il libro in giro per il mondo. I concerti forse il prossimo anno, non ci sono date fissate.

CU: La tua impressione sul Wiener Stadthalle, è leggermente più piccolo di quello di Copenaghen?
CW: Sei così critico Christian. Si la mia prima impressione è stata che è più piccolo, ma non è uno svantaggio per gli artisti e in tv sembra ugualmente grande.

Conchita incontra Conchita di Madame Tussauds.

 

11130164_953146614717299_5840902453612233268_n“E’ stata una situazione un pochino strana. Piuttosto singolare” ha detto la vincitrice dell’ESC Conchita Wurst, quando martedì sera si è trovata in piedi di fronte alla sua copia di cera. “E’ tutto così ben fatto, vorrei potermi fare il trucco come questo”. Posta tra gli ABBA e Celine Dion, la Wurst è l’ultima aggiunta al museo delle cere di Madame Tussauds a Vienna.
Prima della cerimonia di apertura, la vincitrice dell’ESC era un pò nervosa. “E’ una situazione un pochino strana, io credo che ne sarò impressionata e un po’ smarrita” ha detto la Wurst. L’ultima volta che è stata vicina alla sua copia di cera non era ancora colorata. “Ero un po’ a disagio. Nello specchio è carino, ma sedersi accanto a se stessi, non lo so”

Per ottenere questa “figura”, con tanto di microfono, scintillante abito di glitter e le scarpe originali, la cantante ha dovuto fare due lunghe ore di sedute dove sono state fatte tutte le misurazioni. Poi hanno iniziato a lavorare la cera con una base di argilla. Solo per i capelli ci sono volute sei settimane. “Sei settimane per i capelli e due per la barba” ha spiegato l’amministratore delegato di Madame Tussauds, Arabella Kruschinski.

La Wurst potra essere ammirata da tutti i visitatori per questi tre mesi tra i vincitori dell’ESC. ABBA, Celine Dion e Ugo Jugerns, un vero onore “Ci si sente nominati cavalieri”. Dove verrà poi posizionata la statua di cera, “Shirley Bassey, Celine Dion e io, sarebbe un gruppo di ragazze perfetto” ha detto Conchita.
La Wurst ha visitato il museo incontrando Heinz Fischer, Gustav Klimt e il calciatore David Alaba, “pensavo fosse più alto” ha detto la cantante.
Molto impressionata dalla figura e dai capelli dell’imperatrice Elisabetta, l’imperatrice Sissi.
La figura verra ufficialmente presentata domenica durante l’apertura ufficiale dell’ESC sulla piazza principale.

Fonte:http://kurier.at/chronik/wien/60-song-contest-conchita-traf-conchita-bei-madame-tussauds/130.175.218

In uscita in Italia il 15 maggio il libro “IO CONCHITA. LA MIA STORIA” e il 19 maggio l’album “CONCHITA”

Conchita-libro-album-collage-news

Conchita Wurst, nome d’arte di Thomas “Tom” Neuwirth, nei prossimi giorni pubblicherà in Italia il 15 maggio il suo primo libro Io Conchita. La mia storia e il 19 maggio suo primo album, intitolato Conchita.

Conchita ha fatto scalpore in tutto il mondo suscitando la curiosità e l’entusiasmo di milioni di telespettatori. Contemporaneamente, in molti hanno levato gli scudi; ai suoi interventi al Parlamento Europeo sono seguite minacce di morte. Conchita Wurst catalizza l’attenzione e affascina; è una cantante che emoziona, con il suo talento e il suo coraggio si è conquistata l’ammirazione di star della musica e della moda del calibro di Elton John, Cher, Karl Lagerfeld e Jean Paul Gaultier. Dopo aver trionfato a Copenhagen all’Eurovision Song Contest con il brano Rise Like A Phoenix, si batte e lotta costantemente contro la discriminazione attraverso le sue canzoni.

Per la Wurst le canzoni e la sua immagine sono un veicolo per portare il suo messaggio al mondo intero in modo chiaro e inconfondibile. Conchita dà prova di un talento straordinariamente eclettico con il suo album di debutto, intitolato semplicemente “Conchita”, in uscita il 19 maggio. Il disco conterrà 12 brani ed è stato anticipato da due singoli: Heroes, il cui video conta più di 2.000.000 di visualizzazioni su YouTube, e la travolgente You Are Unstoppable, che apre l’album. Scritta da Richard Andersson, Dag Lundberg, Niclas Lif e Johannes Henriksson, questa canzone ripropone la tematica della conquista dei diritti civili, ed è un incitamento a lottare.

Nel libro “Io Conchita. La mia storia”, in uscita il 15 maggio, Conchita parla, per la prima volta, della sua infanzia: l’amore dei genitori, il sostegno della nonna, il dolore per la discriminazione che ha dovuto subire. In che modo Tom Neuwirth è diventato Conchita Wurst e com’è riuscito a tradurre i suoi sogni in realtà, nonostante gli ostacoli che ha incontrato sulla sua strada. Questa è la storia avvincente di un ragazzo di provincia che ha sempre creduto nel sogno di diventare un giorno una grande star. Il volume contiene inoltre numerose foto inedite e uno scritto di Jean Paul Gautier.

Questi i titoli delle canzoni contenute in “Conchita”:

1. You Are Unstoppable
2. Up for Air
3. Put That Fire Out
4. Colours of Your Love
5. Out of Body Experience
6. Where Have All the Good Men Gone
7. Somebody to Love
8. Firestorm
9. Pure
10. Heroes
11. Rise Like a Phoenix
12. The Other Side of Me

Fonte: http://www.sonymusic.it/it/news/conchita-wurst-uscita-italia-il-15-maggio-il-libro-io-conchita-la-mia-storia-e-il-19-maggio-lal